martedì 27 ottobre 2015

motivi

Palermo Pattern
laboratorio condotto da Marta Iorio e Carmela Dachille

C'è una botteguccia nel cuore della vecchia Palermo, vicino la Basilica di San Francesco, che sembra uscita fuori da un libro di fantasia. Si chiama Edizioni Precarie oppure Carmela, a seconda del momento. E vi accadono cose belle.
Lo scorso fine settimana, ad esempio, Marta Iorio ci ha accompagnato alla ricerca dei pattern nel mercato di Ballarò. (Toh, e giustappunto mi sono imbattuta in questo link sugli appunti di Paul Klee...)
Mi sono forzata a non fare foto al mercato, ma alla fine ne sono stata contenta. Ieri pomeriggio dalle suggestioni del mercato (o del suk, che sarebbe più preciso) ne è venuto fuori questo.


e per una volta ho finito e messo in cornice anche le mie visioni su Ballarò.

BALLARÒ

Si ricongiunge il sacro al profano
dove una volta era una chiesa
pesci formaggio e tanto altro ancora. 

Attratta dalla forma
dei fagioli all'occhio, dell'occhio delle sarde,
della spirale delle spatole
sulla facciata di un tempio, d'un tempo.

(C) Adele Cammarata 25/10/2015


Foto a Ballarò non ne ho fatte, ma in compenso mi sono goduta un pezzetto di Palermo domenicale e abbastanza surreale, tra via Alessandro Paternostro, corso Vittorio e il mercato di roba usata di piazza Marina.

uora uora...

quando il saggio indica la luna...

segnali d'antan

brìndoli

Ninì, nove mesi

forme per la martorana

domenica, 35 novembre

i ferri del mestiere